The Giver. Il donatore

The Giver. Il donatore  - Lois Lowry, Sara Congregati, Angela Ragusa Romanzo semplice e scorrevole, che affronta una questione più volte riscontrata in tanti libri e film: la società perfetta, in cui non ci sono problemi, guerre, infelicità, in cui tutto è sotto controllo.
Con tutto ciò che questo comporta: la privazione delle emozioni.

In questa società, all'età di dodici anni, a tutti i bambini viene assegnato, tramite una cerimonia ufficiale, il futuro impiego, scelto da un consiglio di anziani in base alla inclinazioni di ciascuno.
Se vorranno, una volta adulti, potranno fare richiesta di un compagno ed eventualmente di bambini, un maschio ed una femmina, non troppo diversi d'età tra di loro.
La vita perfetta, la famiglia perfetta. Il tutto sempre stabilito dal consiglio.

Nel caso in cui qualcuno non dovesse essere soddisfatto, può sempre richiedere di essere Congedato. Che vorrà dire, poi? Mandato via? Eliminato? Non si sa...

Jonas vive in questo mondo, ed all'età di dodici anni gli viene assegnato il prestigioso ruolo di Custode di Memorie: l'unico a conoscere tutte le memorie di tutte le generazioni precedenti, conoscenza che gli permette di dare consigli e suggerimenti al Consiglio in merito ad alcune questioni importanti da affrontare - se gli viene richiesto di intervenire, ovviamente.

Ma custodire le memorie vuol dire conoscere i colori, i suoni, le emozioni, la felicità, la sofferenza...
Vuol dire chiedersi se il mondo non potrebbe tornare ad essere ingiusto e duro ma anche splendido ed emozionante...

Romanzo che si legge molto velocemente, che apre un piccolo spiraglio su un mondo che non approfondisce ma viene lasciato appena accennato. Anche la conclusione è aperta: ci rivediamo al secondo volume!